Referendum: costituiti i seggi


Oggi 3 novembre  alle ore 16
  sono stati costituiti i seggi elettorali. Dopo la conclusione dei preliminari di rito l’appuntamento per l’inizio delle votazioni è domani domenica 4 novembre 2016 alle ore 7 con prosecuzione  fino alle ore 23.
Il corpo elettorale è ripartito in  7.998 comuni e in  61.551 sezioni. Elettori pari a 46.714.950, di cui 22.465.280 maschi e 24.249.670 femmine. A questi vanno aggiunti i 3.995.042 elettori aventi diritto al voto per corrispondenza all’estero, di cui 2.077.455 maschi e 1.917.587 femmine.
Per votare l’elettore dovrà  esibire, oltre ad un documento di identità, la tessera elettorale personale a carattere permanente. Subito dopo la chiusura delle votazioni inizierà lo scrutinio dei voti, compreso quello dei voti all’estero.
I risultati degli scrutini saranno pubblicati sul sito internet del Ministero dell’Interno.

 

Contratti pubblici: firmata l’intesa per aprire le trattative con l’Aran

Dopo sette anni di blocco della contrattazione finalmente lo sblocco con la firma dell’intesa tra governo e sindacati nell’incontro del 30 novembre 2016 .
Secondo la dichiarazione congiunta dei  sindacati Cgil, Cisl e Uil  “si ripristina un sistema di relazioni sindacali in tutti i settori basato sulla partecipazione di lavoratori e sindacati all’organizzazione e alle condizioni di lavoro, alla valorizzazione professionale, che supera la pratica degli atti unilaterali”.
Via libera quindi per l’avvio delle trattative Sindacati-Aran per entrare nel merito specifico dei contratti riguardanti i vari settori del pubblico impegno, scuola compresa.
Il primo passo di rito è stato effettuato. Ai dipendenti pubblici questo Blog augura  che le trattative con l’Aran procedano speditamente.

 

 

Acquisti online settore tecnologia ed elettronica : copertura assicurativa per danni, furto e incendio

 Amazon.it ha lanciato nei giorni scorsi  (16/011/2016) Amazon Protect, il nuovo servizio che consente ai clienti di assicurare i propri acquisti effettuati su Amazon contro danni accidentali, guasto e furto. Amazon Protect è disponibile per macchine fotografiche digitali, tablet, notebook, PC Desktop, TV e prodotti per l’ufficio.

Assicurazione prodotti

16/11/2016 | Milano

Comunicato di Amazon

Milano, 16 novembre 2016 – I clienti di Amazon.it possono ora includere una copertura assicurativa di un prodotto con Amazon Protect semplicemente aggiungendola al carrello con un click, nel momento in cui acquistano prodotti come macchine fotografiche digitali, tablet, notebook, PC Desktop, TV e prodotti per l’ufficio.

Con Amazon Protect i clienti possono beneficiare della copertura assicurativa per gli acquisti effettuati su Amazon.it contro danni accidentali e furto fino a 3 anni dalla data di consegna del prodotto. I clienti di Amazon.it possono anche optare per una copertura assicurativa contro i soli guasti per proteggere i loro prodotti fino a 3 anni dalla scadenza della garanzia legale di due anni a carico del venditore dei prodotti.

Nel caso si verifichi un problema sui prodotti assicurati, i clienti possono velocemente ricevere aiuto grazie ad un processo facile e senza problemi – ovunque si trovino, essendo la copertura valida in tutto il mondo.

“In Amazon siamo sempre alla ricerca di modi per semplificare la vita dei clienti” ha dichiarato François Nuyts, Country Manager di Amazon Italia e Spagna. “Con questo nuovo servizio i clienti possono proteggere gli acquisti effettuati su Amazon.it: in caso di incidenti, guasti o persino furto, Amazon Protect interviene rapidamente”.

Per semplificare la vita dei clienti, i vantaggi di Amazon Protect includono servizi come la riparazione rapida o consegna di prodotti in sostituzione a quelli rotti senza costi aggiuntivi, e la riparazione a domicilio per quelli ingombranti come TV, stampanti e monitor. Amazon Protect, inoltre, copre i casi di danni da normale usura e consumo e nel caso in cui la riparazione possa risultare antieconomica, i clienti potranno scegliere nel momento della richiesta tra una sostituzione diretta o il rimborso del valore del prodotto sostitutivo in buoni regalo spendibili su Amazon.it.

Assicurazione prodotti

Amazon Protect è offerto in collaborazione con The Warranty Group.

Demenza senile: nasce un blog e un libro

schermata-11-2457707-alle-08-49-00

E’ nato il blog dedicato alla demenza senile e alle informazioni utili per coloro che si trovano ad affrontare un parente colpito da questa malattia. Il blog e il libro “Io sono Nina -Storia di una demenza senile” sono il risultato di esperienza vissuta dall’autrice Gabriella Mazzon Venturati .

Il Blog
Il sito vuole proporsi come un luogo dove chi già si occupa di un anziano colpito da demenza senile o alle soglie della malattia, possa farsi un’idea di tutto ciò che ruota intorno alla vecchiaia, alla demenza, alla malattia cronica e alla conseguente disabilità.

L’eBook
“Io  sono Nina -Storia di una demenza senile”.  Di seguito un passaggio del libro molto toccante :
“Mi porterebbe a casa, adesso?” chiede mia madre. Mi dà del lei, non ha idea di chi io sia.
E’ opinione comune – aggiunge  Gabriella Mazzon Venturati –  che la demenza sottragga alle persone la memoria, ma fa ben più di questo. La demenza spazza via intere esistenze, sprofonda chi ne è colpito in un abisso di solitudine, deruba della possibilità di trovare conforto in chi ti è più caro, trasformandolo in un estraneo.
Quella di Nina è una storia in presa diretta, dove una figlia si confronta con il suo stesso ruolo di ‘figlia’ ormai privo di significato, con la disattenzione del passato, l’approssimazione con cui è trattata la vecchiaia, le difficoltà nelle relazioni con gli operatori sanitari.
Ne nasce una riflessione sul significato da dare alla vita se questa è così incline a farsi spazzare via. “[…]per quanto importante possa sembrarci, l’amore del tuo uomo, l’amore per i figli, ciò che hai costruito, il dolore che hai dovuto attraversare, nulla, di tutto ciò, regge all’epurazione maniacale della demenza.”

 

Trump presidente: gli americani hanno scelto

Stavo scrivendo qualcosa di diverso dalla solita notizia.  Qualcosa in linea con questo blog che non è politicamente schierato. Ma poi ho letto quanto scritto dal Blog Life on my journal a proposito dell’elezione di Trump e ho deciso: segnalo quest’articolo che  condivido dalla prima all’ultima parola. Ecco il link di Almeno gli americani hanno scelto…..